Noi arlecchini, muniti di mascherina (ci viene così comoda del resto!) andiamo per le corti a sguardazzare Tempi Moderni. La commedia rivista, la bella idea nata da Roberto Castello in piena pandemia, quando per il teatro si stava provvedendo alla sua estrema unzione.

In poco tempo è nato così questo progetto, che propone di portare il teatro dagli spettatori, nelle case, semplicemente nelle corti. Si tratta di qualcosa di estremamente interessante da un punto di vista non solo spettacolare o performativo, ma sotto anche altre prospettive: da quella antropologica a quella sociale, da quella urbanistica a quella ambientale. Abbiamo sin da subito sposato quest’idea perché ci sembrava piuttosto affine ai nostri sguardi: noi arlecchini, notoriamente bighelloni e distratti (vorremmo scrivere flâneur, così, à la Walter Benjamin, ma non vogliamo tirarcela), volentieri ci lasciamo trasportare ora da ciò che avviene in scena, ora da ciò che accade nelle prime file, ora dalla sigla del tg orecchiata da una finestra… Insomma, la vita in corte, non a corte (come ha precisato il Vazzaz nel primo reportage) ci affascina e, muniti di macchina ché senza quella nel capannorese non ci si va, siamo andati e torneremo nei prossimi giorni per assistere a questi Tempi moderni.

Ecco dunque gli appuntamenti da giovedì 30 luglio a domenica 2 agosto nelle stesse corti, a Santa Margherita, Badia di Cantignano, Ruota, Matraia, Segromigno in Monte, Lammari e Marlia. Gli spettacoli vedono la commistione di artisti e drammaturghi per la creazione di opere inedite e totalmente originali, che per i tempi di creazione e di fruibilità assomigliano tanto a quelli moderni, quelli veloci, quelli brevi e, per questo motivo, sempre più affini al mondo del comico, della commedia per la precisione.

Tre, e non due come nella precedente occasione, i titoli proposti nelle varie corti durante questo fine settimana: Evasioni, Voglio cambiare lavoro e Colmi, lazzi, scherzi, inezie.

Entriamo nel dettaglio:

Testo originale di Andrea Cosentino interpretato da Marco Brinzi. È la storia di un film commerciale, di evasione appunto, che vede compresi nel cast alcuni “super interpreti” come la zia d’Italia Mara Venier e, addirittura, Brad Pitt.
Nonostante la verve naturalmente comica, non mancheranno gli spunti di riflessione soprattutto alla luce degli ultimi mesi di clausura in cui ci siamo trovati. A corredo, le potenti musiche della Gaudats Junk Band, danzate da Riccardo De Simone sulle coreografie di Roberto Castello; i costumi, come per gli altri lavori,  sono di Desirée Costanzo.

Testo originale di Marcela Serli, interpretato da Caterina Simonelli.
Un racconto ironico e divertente su un tema molto forte in questo momento come quello del lavoro, arricchito dalle sorprendenti composizioni di Stefano Giannotti,  che per l’occasione reinventa un suo personale universo musicale da spettacolo di varietà. Anche in questo caso, le coreografie sono di Roberto Castello, i costumi di Desirée Costanzo, ma, a danzare, troveremo Erica Bravini.

 

Un camioncino e cinque teatranti musicisti: così vengono proposte in scena le musiche e le parole di Petrolini.
La produzione è di Officine della Cultura, con Stefano Ferri (lo ricordiamo nel gruppo Statale 71) e la complicità dei Solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo, vale a dire Massimo Ferri (chitarra), Luca “Roccia” Baldini (contrabbasso), Gianni Micheli (clarinetto) e Mariel Tahiraj (violino).

Calendario

giovedì 30 luglio
ore 20.00, Corte Luporini (Santa Margherita), Evasioni
ore 21.30, Cortaccia (Badia di Cantignano), Voglio cambiare lavoro
ore 21.30, Piazza Del Rio (Ruota), Evasioni

venerdì 31 luglio
ore 20.00, Aia Saponati (Matraia), Evasioni
ore 20.00, Corte Speziale (Segromigno in Monte), Voglio cambiare lavoro
ore 21.30, Corte Cristo (Lammari), Voglio cambiare lavoro
ore 21.30, Corte Biagetti (Marlia), Evasioni

sabato 1 agosto
h 20.00 Corte Speziale (Segromigno in Monte) Evasioni
h 20.00* Corte Luporini (Santa Margherita) Colmi, Lazzi, Scherzi, Inezie + Voglio cambiare lavoro
h 21.00* Cortaccia (Badia di Cantignano) Colmi, Lazzi, Scherzi, Inezie + Evasioni
h 22.00* Piazza Del Rio (Ruota) Colmi, Lazzi, Scherzi, Inezie + Voglio cambiare lavoro

domenica 2 agosto
ore 20.00, Aia Saponati (Matraia), Voglio cambiare lavoro
ore 21.30, Corte Cristo (Lammari), Evasioni
ore 21.30, Corte Biagetti (Marlia), Voglio cambiare lavoro

AVVERTENZE

  • La durata degli spettacoli è di 30 minuti circa. Chi lo desidera può portare la propria seduta da casa
  • Agli spettatori si chiede di contraccambiare il lavoro degli artisti donando generosamente cibo e beni di prima necessità che saranno raccolti sul posto dai volontari della Caritas di Lucca e devoluti alle famiglie che in questo momento si trovano in difficoltà
  • Possono essere donati generi alimentari confezionati di ogni tipo
  • Possono essere donati anche frutta e verdura freschi
  • NON possono essere donati alimenti cucinati in casa e sfusi di cui non sia possibile certificare l’origine (es.torte, sformati, frittate, ecc…)

SONO particolarmente utili:
olio, pannolini e prodotti per infanzia, pasta, pane, riso, latte, tonno, carne in scatola, prodotti per l’igiene intima, detersivi.
Chi volesse ulteriori informazioni può chiamare la Caritas allo 0583/430938.

 

 

Print Friendly, PDF & Email