Caricamento Eventi
Torna al Calendazzo

  • Questo evento è passato.

Kőszeg

Vorno (LU), SPE Dello Scompiglio - sabato 28 settembre 21:00
|Evento ricorrente (vedi tutto)

Un evento il 29/09/2019 alle 18:00


Köszeg

regia Ledwina Costantini
di e con Daniele Bernardi e Ledwina Costantini
costumi Caterina Foletti
scenografia Opera retablO e Michele Tognetti
musica Samantha Bertoldi
riprese Massimiliano Rossetto
montaggio Edmè Gordon
fotografia Sara Pellegrini, Stefano Sergi e Ivana Ziello
logistica Nando Snozzi, Andrea Bianchetti
produzione Opera retablO

 

Creata in forma site-specific per i primi due studi, la pièce è stata presentata in due ambienti molto particolari e diversi: una grotta di tufo grigio a Napoli e una vecchia villa fatiscente a Bellinzona. Per il debutto è invece previsto un riadattamento pensato per il palcoscenico. Kőszeg sarà dunque disponibile nei due formati, quello site-specific per le location alternative e quello teatrale per le sale con una struttura tradizionale. Lo spettacolo è liberamente ispirato al volume Trilogia della città di K. della scrittrice ungherese, naturalizzata svizzera, Ágota Kristóf (Csikvànd, Ungheria, 1935 – Neuchâtel, Svizzera, 2011). L’opera è composta da tre romanzi: Il grande quaderno, La prova e La terza menzogna. L’autrice, considerata una delle maggiori esponenti del Novecento letterario europeo, fuggì in Svizzera nel 1956, a seguito dell’intervento in Ungheria dell’Armata Rossa. Stabilitasi con la famiglia a Neuchâtel (CH), lavorò per parecchi anni in fabbrica. Nelle sue opere si è espressa quasi esclusivamente in francese, la sua seconda lingua. L’esperienza personale della guerra, del distacco dalla famiglia e dal suo paese d’origine, permea in modo autobiografico, con maggiore o minore evidenza, tutti i suoi scritti, dai quali spiccano con schietta semplicità le barriere che oggi come ieri separano paesi, persone e ideologie. Lo spettacolo parla d’identità, di separazione e di un’umanità condannata al limite, al margine. Protagonisti di Kőszeg sono due fratelli, indivisibili e interscambiabili come se avessero un’anima sola. Due piccoli adulti dalla prodigiosa intelligenza che, grazie alla logica della sopravvivenza, sviluppano una cristallina e brutale etica di vita. Intorno a loro, si muovono personaggi disegnati con pochi tratti scarni in un contesto di fame e morte. Un racconto nero dove tutto è reso feroce ed essenziale da una scrittura limpida e diretta che non lascia spazio alle divagazioni. Un narrare dove tutto può essere il contrario di tutto. Nel susseguirsi delle immagini, sempre in bilico tra età adulta e infanzia, lo spettacolo propone una riflessione sull’identità e sull’appartenenza. Spettacolo sconsigliato ai minori di 18 anni e disponibile in Italiano, Tedesco, Francese e Inglese

Dettagli

Data:
sabato 28 settembre
Ora:
21:00

Luogo

Vorno (LU), SPE Dello Scompiglio
via di Vorno 67/B
Vorno, Capannori , LU 55012 Italia
+ Google Maps
Telefono:
+39 0583 971125
Sito web:
http://www.delloscompiglio.org/

Proseguendo nella navigazione del sito o scroll della pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, oppure cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi