asd
    ARCHIVIO SPETTACOLI

    Norama Valley, A. Ajmone (2018)

    Titolo: Norama Valley

    di Annamaria Ajmone
    in dialogo con Jules Goldsmith
    produzione Cab 008
    con il sostegno di Regione Toscana e Mibact

    “Vi era ancora una questione che a quel tempo –almeno così credo- mi ronzava per il capo, e cioè se, al calar della notte vera, quando lo zoo veniva chiuso al pubblico, per gli abitanti del Nocturama venisse accesa la luce elettrica, affinché al levarsi del giorno su quel capovolto universo in miniatura, potessero in qualche modo tranquillizzati, sprofondare nel sonno”
    Austerliz, W.G. Sebald

    NORAMA è un luogo abitato. Diverse specie possono vivere, crescere riprodursi. Qui i corpi si disintegrano in corpi celesti, si trasformano in piante, animali, minerali. NORAMA è un luogo geograficamente vicino al nostro, non lontano e non impossibile, ma con continue incursioni dell’altrove-futuro, presente e sotterraneo. 

    Norama prevede tre momenti di apertura e condivisone del processo di ricerca: NORAMA WHILEAWAY (Tropici, Roma), NORAMA VALLEY (Inequilibrio Festival, Castiglioncello) NORAMA RAMA (La democrazia del corpo/Cango, Firenze).

    NORAMA VALLEY si concentra sulla dimensione spaziale ed abitativa: in dialogo, con Jules Glodsmith, costumista e scenografa, presso la voliera all’interno della pineta del Castello Pasquini, condivideremo suggestioni, immagini, possibili forme e materiali con cui saranno costruite le stratificazioni del paesaggio di NORAMA.

    NORAMA VALLEY, inoltre, si colloca all’interno di un percorso di ricerca incominciato nel 2014, Arcipelago/Pratiche di Abitazione Temporanea che si concentra sul soggiornare in spazi diversi, creando delle azioni di passaggio che in modi completamente differenti si relazionano al contesto.

    SGUARDAZZI/RECENSIONI