Free Porn





manotobet

takbet
betcart




betboro

megapari
mahbet
betforward


1xbet
teen sex
porn
djav
best porn 2025
porn 2026
brunette banged
    ARCHIVIO SPETTACOLI

    … E d’oro le sue piume, J.A.Anzilotti (2017)

    Titolo: ... E d'oro le sue piume

    coreografia
    Julie Ann Anzilotti

    interpreti
    Paola Bedoni
    Giulia Ciani
    Liber Dorizzi

    musiche originali
    Steven Brown

    testi tratti dal
    Libro dei Salmi

    scene
    Tiziana Draghi

    costumi
    Loretta Mugnai

    luci
    Alessandro Ruggiero

    suono
    Davide Cristiani

    collaborazione artistica
    Carla Chiti

    organizzazione
    Alessandra Passanisi

    produzione
    Compagnia Xe
    Comune di San Casciano Val di Pesa
    Regione Toscana
    MiBACT

    Uno spettacolo di teatrodanza che trae ispirazione dal Libro dei Salmi della Bibbia e che cerca di restituire, attraverso la danza, la parola, la musica e il silenzio, la delicatezza e la profondità di questi scritti e la loro capacità di creare echi e adesioni in ognuno di noi. I Salmi scritti da Re Davide sono un testo antico e affascinante, sempre di tale forza e attualità da assumere grande valore spirituale e al tempo stesso poetico, di rara bellezza. Parlano del rapporto dell’uomo con Dio in un dialogo intimo e continuo; e non c’è sentimento che ci appartenga che non sia rappresentato in essi come in uno specchio. Nello spettacolo vengono affrontati temi legati ai vari aspetti dell’animo umano che affiorano dalla lettura dei Salmi: l’angoscia, la richiesta di aiuto, la gioia, la pace, la lode, in una coreografia che alterna momenti individuali a momenti corali in uno spazio che suggerisce intimità e speranza…

    Il lavoro si avvale della preziosa collaborazione del musicista e compositore Steven Brown, leader del cult-group Tuxedomoon, che ha composto le musiche e che riesce a creare un dialogo musicale con l’azione scenica di straordinaria capacità narrativa, musiche di esuberante fantasia, dissonanti, inquiete o sognanti in grado di aderire perfettamente all’universo poetico della compagnia.

    «Tu hai mutato il mio dolore in danza».
    Salmo 30,11

    SGUARDAZZI/RECENSIONI