Free Porn manotobet takbet betcart betboro megapari mahbet betforward 1xbet Cialis Cialis Fiyat

A Siena quattro giorni di danza contemporanea

-

Riceviamo e pubblichiamo:

Dal 27 al 30 aprile al Teatro dei Rinnovati di Siena va in scena la danza: Motus, Compagnia Francesca Selva, Compagnia Adarte, Balletto di Siena sono quattro importanti realtà che operano sul territorio senese che presenteranno, ciascuna in una serata “dedicata”, il loro lavoro coreografico.
Pianeta cultura. Danza energia vitale è un progetto voluto e promosso da Comune di Siena insieme a Fondazione Toscana Spettacolo per valorizzare l’attività delle compagnie di danza e per allargare la proposta artistica.
Il festival, infatti, si propone anche come momento di confronto con gruppi e coreografi nazionali e internazionali con cui si condividono affinità artistiche e poetiche.
Questo il programma del festival:

Lunedì 27 (dalle ore 21.15, come per tutte e quattro le serate) è di scena MOTUS, compagnia nata nel 1991 da un’idea di Simona Cieri, conosciuta non solo sul territorio senese ma anche a livello nazionale e internazionale (Usa, India, Singapore, Olanda, Spagna, Portogallo, Inghilterra, Grecia, Romania, Ungheria, Bosnia Erzegovina). In prima nazionale le sorelle Simona e Rosanna Cieri firmano il nuovo lavoro Unmade in Italy (la prima le coreografie e la regia, condivisa con Rosanna che è ideatrice del soggetto). Una fotografia ironica e irriverente del nostro Belpaese, visto con  gli occhi di chi “non si sente italiano, ma per fortuna o purtroppo lo è”. MOTUS ha scelto di condividere il palcoscenico dei Rinnovati con la compagnia greca Iros Aggelos Dance Theatre, fondata da ventotto giovani artisti che lavorano in sinergia per sviluppare il rapporto fra danza, parola e musica. Corpus Poeticus, produzione del Teatro Municipale Regionale di Corfù in prima internazionale, è la loro proposta che si ispira a una poesia di Costantino Kavafis, Il Dio abbandona Antonio.

Amore-amaroMartedì 28 è la volta della Compagnia Francesca Selva/Con.Cor.D.A (nata nel 1995 e da subito entrata in relazione con danzatori, coreografi, musicisti di fama internazionale con cui ha realizzato produzioni rappresentate in rassegne teatrali in Italia e anche in Europa, Asia, Stati Uniti, Cuba, Africa), che presenta Amore amaro, un racconto sul sentimento forte, intenso, a volte feroce, vissuto profondamente ma tormentato della solitudine interiore e dell’incomunicabilità (una co-produzione con il Théâtre du Centre- Festival Avignon Off 2014 che ha riscosso apprezzamenti dalla critica francese di settore). Segue il Gruppo e-Motion con Garbage Girls firmato da Francesca La Cava, un viaggio poetico tra i rifiuti, tra immanente e trascendente, tra coloro che sono costretti a vivere “nella desolazione, testimoni della crudeltà della vita e dei suoi mille misteri”.

Elsa-Tra-le-braccia-le-pelli-di-unorchestraMercoledì 29 la compagnia residente Adarte è in scena con il progetto ELSA, lo spettacolo propone due coreografie dedicate alla stilista Elsa Schiaparelli: Tra le braccia le pelli di un’orchestra di Paola Vezzosi e Body Shock di Francesca Lettieri. Le due coreografe toscane concludono con la data senese il tour (durato due anni) del loro progetto che ha portato la compagnia in giro per l’Italia e all’estero. Elsa Schiaparelli, genio artistico del Novecento, rivoluzionò nella Parigi degli anni Trenta la storia della moda e del costume con la sua idea di donna forte, coraggiosa e anticonformista. Lo spettacolo ELSA è un inno all’istinto, un atto di ribellione libertario, un’opera coreografica ironica, sensuale e dissacrante. Ospite della serata la compagnia Mp.Ideograms di Manfredi Perego con Grafiche del silenzio. Lo spettacolo nasce dal desiderio di trasporre in forma scenica un percorso personale che si potrebbe sintetizzare in tre parole: nascita-lotta-consapevolezza.

Giovedì 30 chiude il festival il Balletto di Siena con Reshimu coreografato da Marco Batti su musiche originalmente composte da Riccardo J. Moretti. Secondo la cultura ebraica, Reshimu è il granello primordiale, ciò da cui tutta la realtà ebbe inizio ed è al tempo stesso, il residuo, quell’indelebile traccia lasciata da un odore, una sensazione, qualcosa che non se ne va. Reshimu è il confronto, tra la nascita e lo sviluppo di tutto quello che ci circonda, e il processo relazionale che crea quelle emozioni che restano per sempre, come un residuo. Eccezionalmente, in occasione della rassegna, lo spettacolo si avvarrà dell’esecuzione strumentale di Veronica Giannotti, Valerio Cassano e Maurizio Costantini, allievi dell’Accademia Musicale Chigiana di Siena diretti dal maestro Moretti. Ospite della serata la compagnia Les Vikings di Bruxelles con L’Aveuglement e Entreinte.

Biglietti
La vendita degli abbonamenti sarà attiva dal 16 al 19 aprile alla pagina “Biglietteria teatri e musei” dei servizi on line del portale www.comune.siena.it, oppure al botteghino dei Rinnovati nei giorni 16 e 17 aprile in fascia oraria 17/20.
Anche i biglietti per i singoli spettacoli saranno messi in vendita alla stessa pagina del portale a partire dal 23 aprile e direttamente ai Rinnovati nelle date di rappresentazione a partire dalle ore 16.

Informazioni
Per informazioni, rivolgersi allo 0577 292265, al numero dell’URP 800292292, o scrivere all’indirizzo e-mail cultura_teatro@comune.siena.it.

Ultimi sguardazzi

- Réclame -spot_imgspot_img

Ultime cose