Free Porn manotobet takbet betcart betboro megapari mahbet betforward 1xbet Cialis Cialis Fiyat

Teatri Nazionali, il Mibact ha deciso: c’è anche il Teatro della Toscana

-

Riceviamo e, non senza sghignazzare, riportiamo, il comunicato stampa emesso dal Mibact, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (già la sequenza di polisindeti c’ispira buonumore), che recita testualmente:

Mibact: riconosciuti Teatri nazionali
Da commissione prosa decisione
Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo rende noto che la Commissione consultiva per la prosa, nominata a seguito di un bando pubblico, presieduta dal Prof. Luciano Argano e composta da Oliviero Ponte di Pino, Roberta Ferraresi, Ilaria Fabbri e Massimo Cecconi, ha quest’oggi esaminato le dieci domande pervenute per il riconoscimento della qualifica di Teatro Nazionale.

La commissione ha unanimemente deciso di riconoscere quali Teatri Nazionali per il triennio 2015-2017 le seguenti istituzioni: Associazione Teatro di Roma; Associazione Teatro Stabile della Città di Napoli; Fondazione Emilia Romagna Teatro; Fondazione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa; Fondazione Teatro Stabile di Torino; Teatro della Toscana; Teatro Stabile del Veneto – Carlo Goldoni.

La commissione ha inoltre riconosciuto quali teatri di interesse culturale le seguenti istituzioni: Associazione Teatro Biondo Stabile di Palermo; Ente Teatro di Sicilia – Stabile della Città di Catania; Teatro Stabile di Genova.

Nelle prossime sedute la commissione proseguirà l’esame delle ulteriori istanze di interesse culturale, nonché di tutte le altre del settore prosa.

Ne risulta un interessante tracciato dell’Italia scenica, non esente da critiche, benché la questione che, per mere ragioni di prossimità geografica, ci appassiona e che cercheremo di approfondire è quella relativa al Teatro della Toscana, ossia la fusione di due realtà sceniche molto importanti (il fiorentino Teatro della Pergola e Pontedera Teatro), ma afferenti a modelli, idee, visioni dell’arte assai distanti, per usare un dolce eufemismo, tra loro. Non solo: da questo comunicato non si evince con chiarezza quale sia il ruolo previsto dal Ministero per il Metastasio di Prato, l’altro polo importante della nostra regione, dato che, sino a quest’anno, si vedeva insignito dello status di Stabile della Toscana.
Come dire: resteremo sul pezzo o, almeno, ci proveremo.

Igor Vazzaz
Toscofriulano, rockstar egonauta e maestro di vita, si occupa di teatro, sport, musica, enogastronomia. Scrive, suona, insegna, disimpara e, talvolta, pubblica libri o dischi. Il suo cane è pazzo.

Ultimi sguardazzi

- Réclame -spot_imgspot_img

Ultime cose